infezioni vaginali

Infezioni Vaginali

Le infezioni vaginali mostrano un elevatissimo rischio di contagio e i patogeni responsabili di queste patologie possono essere di natura batterica, fungina o virale. Le più ricorrenti sono, il Mycoplasma hominis, caratterizzate da prurito intimo, bruciore e secrezioni vaginali anomale;Il Trichomonas vaginalis, che altera il ph vaginale, provocando sintomi come prurito vulvare, cervicite, dispareunia, dolore durante la minzione e perdite vaginali anomale; la Gardnerella vaginalis, i cui sintomi possono essere o completamente asintomatici o evidenti, con bruciore e irritazione vulvare e spesso perdite vaginali bianchiastre e maleodoranti. Le infezioni da Gardnerella sembrano essere due volte più frequenti rispetto a quelle sostenute da Candida albicans. Le infezioni vaginali vanno curate con un ciclo antibiotico, durante il quale, il rispetto delle dosi e della durata del trattamento, risulta indispensabile per evitare complicanze e ricadute.

 

Vaginal infections show a very high risk of infection and the pathogens responsible for these diseases can be bacterial, fungal or viral. The most recurrent are, Mycoplasma hominis, characterized by intimate itching, burning and abnormal vaginal secretions, Trichomonas vaginalis, which alters the vaginal pH, causing symptoms such as vulvar itching, cervicitis, dyspareunia, pain during urination and abnormal vaginal discharge; Gardnerella vaginalis, whose symptoms can be either completely asymptomatic or obvious, with burning and vulvar irritation and often whitish and malodorous vaginal discharge. Gardnerella infections appear to be twice as frequent as those sustained by Candida albicans. Vaginal infections must be treated with an antibiotic cycle, during which compliance with the doses and duration of treatment is essential to avoid complications and relapses.

Brevetto

Il nostro gruppo di ricerca sotto l’esperta guida del Prof. Bernard Emile Bizzini ha messo a punto un preparato ad attività immuno-modulante, ottenuto seguendo una procedura complessa di estrazione che prevede la frammentazione, l’isolamento e purificazione del materiale batterico, proveniente da ceppi selezionati di Lactobacilli e Bifidi (Gram+ anaerobi). La glicoproteina, dopo caratterizzazione chimico-tossicologica, ha dimostrato di svolgere attività immuno-modulante e quindi di poter agire anche attraverso la via topica, inducendo azioni di rinforzo e di riorganizzazione del sistema immunitario, specialmente quando questi risulti indebolito o mal funzionante perché attaccato da batteri, virus, funghi (miceti) o solo perché in uno stato di immuno-depressione momentanea (anziano, convalescenza, periodo di stress intenso, etc). Inoltre, quando questa proteina è “coniugata” con la Carragenina, tali attività anti-infettive vengono rafforzate. La carragenina è un poligalattano solfatato estratto da alcune specie di alghe rosse, sprovvista di tossicità e viene utilizzata su larga scala come prodotto utile per la nostra alimentazione e nella preparazione dei cibi. La Carragenina, appunto, di per sé può esplicare attività antivirale, impendendo la fissazione o la penetrazione di diversi virus, quali HIV, HSV, HPV entro le cellule; una volta coniugata con la glicoproteina, prima illustrata, rafforza la sua attività anti-infettiva, integrandosi alla perfezione con la glicoproteina ed evidenziando effetti sinergici superiori a quelli ottenibili somministrando separatamente questi due principi attivi funzionali. La Carraginia e la glicoproteina non svolgono nessuna attività negativa quando applicate anche ripetutamente in vagina sotto forma di gel, crema od ovuli.

 

Our research group under the expert guidance of Prof. Bernard Emile Bizzini has developed a preparation with immuno-modulating activity, obtained by following a complex extraction procedure that involves fragmentation, isolation and purification of the bacterial material, coming from from selected strains of Lactobacilli and Bifidi (Gram + anaerobi). The glycoprotein, after chemical-toxicological characterization, has been shown to perform immuno-modulating activity and therefore to be able to act also through the topical pathway, inducing actions of reinforcement and reorganization of the immune system, especially when these are weakened or malfunctioning because attacked by bacteria, viruses, fungi (mycetes) or just because in a momentary immuno-depression state (elderly, convalescence, intense stress period, etc). Moreover, when this protein is “conjugated” with Carrageenan, these anti-infective activities are strengthened. Carrageenan is a sulphated polygalactan extracted from some species of red algae, devoid of toxicity and is used on a large scale as a useful product for our nutrition and food preparation. Carrageenan, in fact, in itself can exert antiviral activity, preventing the fixation or penetration of different viruses, such as HIV, HSV, HPV within the cells; once conjugated with the glycoprotein, previously illustrated, it strengthens its anti-infective activity, integrating itself perfectly with the glycoprotein and showing synergistic effects higher than those obtainable by administering these two functional active ingredients separately. Carraginia and glycoprotein do not perform any negative activity when applied even repeatedly in the vagina in the form of gel, cream or ova.